Marella Serramenti dal 1985

Serramenti Marella è presente sul mercato italiano da oltre trent’anni, nata come azienda artigiana, è diventata una moderna realtà che si avvale di collaboratori qualificati e coadiuva tecnologia, ricerca e uso di materiali certificati con la volontà di proporre prodotti su misura e vicini alle esigenze del cliente.

La produzione di Serramenti Marella consiste in una vasta gamma di prodotti relativi alla lavorazione dei metalli, in particolare per la costruzione di serramenti e sistemi di tamponamento delle costruzioni.

Passione e Professionalità da sempre

Ogni prodotto Serramenti Marella, è un prodotto di alta qualità estetica e funzionale, creato per garantire la massima affidabilità nel tempo.

La cura del dettaglio, partendo dal sopralluogo, alla minuziosa progettazione, alla scelta delle soluzioni più congeniali, fino alla posa in opera, permette di fornire al cliente prodotti unici e personalizzati, sia per le nuove costruzioni, che per le ristrutturazioni di ambienti già esistenti.

Serramenti Marella mette a servizio la nostra passione, professionalità ed un continuo aggiornamento tecnico, per soddisfare ogni esigenza pratica ed estetica permettendo di visualizzare la Vostra personale ed unica finestra sul mondo.

Nel tempo l’evoluzione e gli investimenti dell’azienda, hanno portato alla capacità di svolgere tutte le lavorazioni direttamente all’interno della sede produttiva, che si estende su 1500 mq, di via Marcadora a Montichiari (BS) confine zona industriale Castiglione delle Stiviere (MN), attraverso l’utilizzo di vari macchinari all’avanguardia:
• Centro di lavoro a tre assi per la fresatura
• Troncatrici a 2 teste semiautomatiche
• Centro di lavoro per taglio al plasma mm 4000×1500 sp. max 15mm
• Cesoiatrici idrauliche mm 3600 sp. max 6mm
• Pressa piegatrice idraulica semiautomatica 4100 sp. max 10mm

Tutto questo per arrivare ad avere un alto livello di automazione delle commesse e il miglior prezzo per i nostri clienti.

Contattaci

CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter
Top